Al WMF l’hackathon #EuropeiControCovid19 del Parlamento europeo: al centro storie italiane di solidarietà contro la pandemia

Ideare una campagna di comunicazione intorno a quattro storie di europei che si battono contro il
coronavirus. Questa la sfida che il WMF Online – Edizione Diffusa e l’Ufficio in Italia del
Parlamento Europeo lanciano per un hackathon a squadre dal 4 al 6 giugno. L’iniziativa si
inquadra nell’ambito della campagna “Europei contro il Covid-19” che il Parlamento europeo sta
portando avanti per sottolineare l’importanza della solidarietà all’interno dell’UE
Il WMF – il più grande Festival sull’innovazione in programma dal 4 al 6 giugno con un’edizione
online e diffusa – promuoverà “Europei contro il Covid-19”, la campagna di informazione ideata
dal Parlamento europeo.

Scopo

Scopo dell’iniziativa è raccontare azioni e progetti di solidarietà e cooperazione realizzati in
Europa dai cittadini che operano per fronteggiare la pandemia. Comunicatori, studenti, illustratori,
attivisti e curiosi si sfideranno in un hackathon in cui le squadre coinvolte proporranno idee per
campagne di comunicazione a partire da quattro storie di “Europei contro il Covid-19” selezionate
dal Parlamento europeo.

Anna e il Progetto Quid

Anna e il Progetto Quid offrono sostegno a donne in condizione di vulnerabilità sociale e grazie al
loro lavoro vengono realizzate mascherine certificate che usano materiali riciclati; Giuseppe è
stato nominato tra le 100 Eccellenze italiane dopo la vittoria del concorso dell’UE per i Giovani
Scienziati e oggi è impegnato nella creazione di trattamenti medici attraverso la ricerca innovativa;
Greta è una giovane volontaria del Banco Alimentare dell’Emilia Romagna; Gaia e Tiziana, in
bicicletta, con la Croce Rossa Italiana, trasportano mascherine chirurgiche nella cittadine di Bra,
in Piemonte.

Il vicepresidente

«Questi piccoli grandi gesti raccontano storie di vita al servizio degli altri, un concetto che
dovrebbe essere scontato eppure viene spesso dimenticato. In questa situazione difficile, in un
momento in cui stiamo vivendo una crisi sanitaria ed economica che non risparmia nessuno, sono
questi i sentimenti che dovrebbero prevalere, la speranza e la solidarietà e non un pericoloso
timore e un’incontrollata rabbia verso l’altro», commenta Fabio Massimo Castaldo,
Vicepresidente del Parlamento europeo.

I Team

I team, composti da otto persone, saranno impegnati in una fase creativa e di sviluppo che
procederà online il 4 e 5 giugno. La presentazione avverrà il 6 giugno, dalle 12:15 alle 13:30, sul
Mainstage del WMF, con Alessandro Masala di Breaking Italy e davanti a una giuria composta da
esperti del settore digitale e rappresentanti del Parlamento europeo tra cui il Vicepresidente
Castaldo.

I vincitori

La squadra vincitrice avrà la possibilità di realizzare la propria campagna, partecipare
all’edizione del WMF in programma dal 19 al 21 novembre al Palacongressi di Rimini, l’iscrizione
alla WMF Summer School a Monasterace, in Calabria.
Cosmano Lombardo, chairman e ideatore del WMF, ha commentato: «”Europei contro il Covid-
19” sposa appieno la linea valoriale della nostra opera, da sempre volta a promuovere e favorire la
cooperazione tra istituzioni, mondo imprenditoriale, startup, realtà non profit e cittadini. Iniziative
come questa saranno sempre al centro dell’opera del WMF, perché siamo convinti, oggi più che
mai, che l’innovazione tecnologica e digitale debbano essere al servizio della società».